Menu

Sono Sara, ho ventisei anni e studio Ingegneria Meccanica alla Federico II di Napoli. Appassionata di fotografia, viaggi, telefilm. Logorroica a giorni alterni, chiamata troppo spesso “cappuccino” a causa del mio nickname su Instagram. Resto convinta sostenitrice degli espressi con cremina e del macchiato. Per passione: visual storyteller, digital content creator. Ho un amore sconsiderato per il mio Paese, e per il Sud Italia. Non vivo senza azzurro. Per tante altre frivolezze vai alla pagina about.

Google Pay: il portafogli è preistoria per me

26/04/2019

Immagina la scena, ti ci vedo già: di fretta come me, ti sei svegliata tardi, prepari la borsa mentre lavi i denti, allacci le scarpe mentre chiudi il giubbotto. I contorsionisti del Cirque du Soleil sono poppanti in confronto a me e te quando al mattino siamo in ritardo per andare a lavoro. Poi finalmente sei pronta, esci di casa e orrore. Hai dimenticato qualcosa, lo senti, lo percepisci. Quella sensazione di panico che ti corre lungo la schiena. Hai dimenticato il portafogli. E adesso? Come faccio la spesa? E il bar? Oddio, neanche qualche spiccio in giacca. Ma hai un telefono Android, no? E allora sei a cavallo, perchè tanto hai Google Pay. Il portafogli è preistoria per te.

Che cos’è Google Pay

Google Pay è la nuova applicazione firmata Google che ti consente di pagare col tuo cellulare. Ci facciamo di tutto con gli smartphone: diventano all’occorrenza contapassi, misuratori di frequenza cardiaca, fotocamere, vere e proprie postazioni da cui mandare avanti il lavoro. E il signor Google ha ben pensato: “Perchè non pagare anche i propri acquisti tramite cellulare?“. E ha fatto bene, perchè è una grandissima comodità. Basta che il negozio in cui ti trovi abbia il POS: non è altro che un lettore con tecnologia NFC. Ma quante sigle, che lingua parli?! Non sto capendo nulla! Hai ragione, andiamo per gradi. NFC sta per Comunicazione a Corto Raggio, quindi ti basterà semplicemente avvicinare il tuo cellulare al lettore POS affinchè tu abbia pagato. Ti lascio questo simpaticissimo video realizzato da Nexi per spiegare a tutti gli utenti come sfruttare Google Pay:

Perchè preferire il pagamento con Google Pay?

Avrei una serie di validi motivi da offrirti per farti capire perchè il pagamento digitale lo preferisco sempre e comunque. Prima di tutto, lo trovo indolore. Anche quando devo effettuare spese ingenti, mi sento meno male. Il mio povero cuore ringrazia. Uno dei motivi per cui tante persone, di contro, non usano i pagamenti digitali è la forte diffidenza. Molti pensano che sia poco sicuro, che ci si espone più facilmente a truffe o si è più vulnerabili. Niente di più falso. Non devi più portare carte di credito con te da bloccare se perdi il portafogli. La carta di credito è virtuale, Google Pay è il tuo portafogli, la tua carta di credito. Quella “materiale” puoi tenerla serenamente a casa. Non c’è possibilità di truffa, è un pagamento tra te e il POS, tu hai il cellulare, tu paghi. E sopra i 25 euro, proprio per questioni di sicurezza, viene richiesto dallo smartphone l’impronta digitale o il tuo codice di sicurezza. Insomma, molto più sicuro di una carta che tutti possono clonare. Altro motivo per cui può essere estremamente comodo pagare con lo smartphone? Perchè da oggi in poi puoi dimenticare la valuta. Basta cambiare denaro negli aeroporti, partire con l’ansia delle monete e delle banconote estere. Con Google Pay tutto ciò è passato, storia archiviata. Paghi dal tuo cellulare a Londra come a Milano.

E tu? Sei pronta ad entrare nel futuro?

Hai altri cinque minuti?

Parliamo sempre di acquisti online, tu dove prenoti i tuoi biglietti del treno? Sai che puoi farlo comodamente dal divano di casa con Italo Treno? In questo articolo ti spiego perché scegliere Italo per i tuoi viaggi.

si ringrazia Nexi per la collaborazione

Recent posts
La Baia di Ieranto, perla naturale nascosta tra Amalfi e Sorrento.
Tra le tante cose che avremmo sempre voluto fare c'è la visita alla Baia di Ieranto, nel comune di Massa Lubrense. Oggi ti racconto perché è un'esperienza da fare assolutamente una volta nella vita, ma soprattutto come gestirla al meglio.